Dieta giapponese

Una dieta giapponese semplice ed efficace è al culmine della sua popolarità da diversi anni. Con l'aiuto delle sue semplici regole e dei prodotti economici, puoi dire addio a sei o anche otto chilogrammi in sole due settimane! Il risultato durerà per almeno un anno e mezzo, se monitori la dieta e introduci due o tre ore di attività sportiva nel programma settimanale.

figura snella dopo aver perso peso con una dieta giapponese

Dieta giapponese 14 giorni

La dieta giapponese è l'ideale per quelle ragazze che non sono più di dieci chilogrammi in sovrappeso. È piuttosto rigoroso e non appartiene al numero di quelli equilibrati, poiché limita l'assunzione di carboidrati nel corpo. Pertanto, prima di decidere di perdere peso secondo questo sistema, è necessario sintonizzarsi psicologicamente.

Per due settimane, la dieta quotidiana include solo cibi ricchi di proteine e fibre. I grassi non vengono eliminati completamente, ma anche la quantità di olio vegetale è limitata.

L'enfasi sulla restrizione di proteine e carboidrati è il fondamento della dieta giapponese altamente efficace. Pertanto, se decidi di seguire tutte le sue regole e sopravvivere alla maratona fino alla fine, in due settimane dovrai aggiornare seriamente il tuo guardaroba.

Se il corpo reagisce male a un regime rigoroso, compaiono mal di testa o dolori allo stomaco, debolezza, vertigini, dolori muscolari, la dieta deve essere interrotta immediatamente e deve essere consultato un medico.

È severamente vietato utilizzare un tale sistema alimentare per le persone con malattie acute o croniche del tratto gastrointestinale (gastrite, ulcera), fegato, reni, cuore. Non puoi nemmeno pensare alla dieta per donne in gravidanza, donne che allattano e adolescenti. Non è consigliabile limitare la dieta durante i periodi di elevato sforzo intellettuale o fisico.

Principi base della dieta

La dieta giapponese è una classica dieta ipocalorica e povera di carboidrati. È considerato non solo altamente efficace, ma anche completamente sicuro per una persona sana. I principi della nutrizione separata, che sono alla base della dieta, facilitano il lavoro del tratto gastrointestinale, normalizzano i processi metabolici.

Le regole alimentari sono le seguenti:

  • l'uso di prodotti proteici: uova, pesce, carne, pollame, latte;
  • verdure e cracker sono consentiti da cibi a base di carboidrati (rigorosamente limitati);
  • è consentito l'uso di poco olio vegetale (di oliva, di girasole, di lino);
  • nei giorni delle "feste vegetali" il numero di verdure (compresi i fritti nell'olio) non è limitato, il che rende più facile sopportare severe restrizioni;
  • è consentito il caffè naturale, tè verde naturale o aromatizzato;
  • su qualsiasi dieta proteica, è importante osservare un regime idrico potenziato: bere almeno un litro e mezzo o due di acqua (naturale). Ciò aiuterà i reni a far fronte all'escrezione dei prodotti di degradazione degli alimenti proteici;
  • è vietato modificare l'ordine dei giorni, sostituire i prodotti alimentari, includere ingredienti aggiuntivi nella dieta;
  • il sale dovrebbe essere completamente eliminato o ridotto al minimo;
  • la frequenza dei pasti - tre volte al giorno, senza spuntini;
  • zucchero e alcol sono severamente vietati.

Per il corretto ingresso nella dieta, è necessario limitare i dolci, i cibi amidacei e ridurre la dimensione della porzione per tre o quattro giorni prima dell'inizio. Non dovresti iniziare una dieta dopo una festa festiva e libagioni. Alla vigilia dell'inizio, rendi la tua cena molto leggera: una porzione da duecento grammi di riso bollito e una tazza di insalata di verdure saranno una buona transizione verso una dieta rigorosa.

Menù per 14 giorni

menu dietetico giapponese

Una porzione di carne, pesce, frutta è di 200 grammi. Bevande (succo di pomodoro, kefir) - un bicchiere normale. Qualsiasi frutto è accettabile tranne uva e banane. Il metodo di cottura di uova, manzo, pollo è bollente. Il pesce può essere bollito o fritto.

Prima settimana

1° giorno

  • Colazione: una tazza di caffè integrale (senza zucchero, senza latte).
  • Pranzo: cavolo bollito, condito con un cucchiaio di olio d'oliva, due uova (può essere tritato con cavolo sotto forma di insalata), succo di pomodoro.
  • Cena: pesce fritto o bollito (una porzione).

2° giorno

  • Colazione: piccoli crostini e caffè amaro.
  • Pranzo: una porzione di pesce, cavolo bollito con burro.
  • Cena: un pezzo di carne di manzo bollita da cento grammi (senza grasso), un bicchiere di kefir.

3° giorno

  • Colazione: una fetta di pane di segale essiccato, caffè.
  • Pranzo: melanzane o zucchine fritte nell'olio (quanto ne volete).
  • Cena: una porzione di carne di manzo lessa (senza grassi), due uova, un'insalata di cavolo cappuccio fresco tritato finemente con un cucchiaio d'olio.

4° giorno

  • Colazione: insalata leggera di carote finemente grattugiate con un cucchiaino di succo di limone appena spremuto.
  • Pranzo: una porzione di pesce bollito o fritto, un bicchiere di succo di pomodoro.
  • Cena: una porzione di frutta fresca.

5° giorno

  • Ripetere completamente il menu del giorno precedente.

6° giorno

  • Colazione: caffè in grani senza additivi.
  • Pranzo: mezzo chilo di carne di pollo bollita, insalata di una carota fresca e cavolo cappuccio crudo, condita con olio.
  • Cena: due uova, carote crude di media grandezza.

7° giorno:

  • Colazione: una tazza di tè verde (può essere aromatizzato a piacere).
  • Pranzo: una porzione di manzo bollito.
  • Cena: a scelta una porzione di frutta, o una porzione di pesce, o due uova con insalata di carote, o manzo bollito con spezie. Un bicchiere di kefir.

Seconda settimana

8° giorno

  • Colazione: una tazza di caffè.
  • Pranzo: mezzo chilo di carne di pollo bollita, una leggera insalata di carote finemente grattugiate e cavolo crudo con un cucchiaio di olio.
  • Cena: carote grattugiate, condite con olio, due uova.

9° giorno

  • Colazione: una leggera insalata di carote grattugiate con un goccio di succo di limone.
  • Pranzo: pesce fritto o bollito (una porzione), un bicchiere di succo di pomodoro.
  • Cena: una porzione regolare di frutta fresca.

10° giorno

  • Colazione: una tazza di caffè senza zucchero.
  • Pranzo: una fetta di formaggio (non più di 50 grammi), insalata grattugiata di tre carote crude medie con un cucchiaio di burro, un uovo.
  • Cena: una porzione di frutta.

11° giorno

  • Colazione: caffè con una fetta di pane nero.
  • Pranzo: melanzane (o zucchine) fritte o bollite a piacere.
  • Cena: manzo bollito, insalata di cavolo crudo leggero con uova tritate e burro.

12° giorno

  • Colazione: caffè in grani non zuccherato con crostini di segale o una fetta di pane nero.
  • Pranzo: una porzione di pesce bollito o fritto, una semplice insalata di cavoli con burro.
  • Cena: 100 grammi di manzo bollito, kefir.

13° giorno

  • Colazione: caffè non zuccherato.
  • Pranzo: una semplice insalata di cavolo bollito con burro, due uova, succo di pomodoro.
  • Cena: una porzione di pesce.

14° giorno

  • Colazione: caffè.
  • Pranzo: una porzione di pesce (fritto o bollito), una tradizionale insalata di cavolo cappuccio fresco con burro.
  • Cena: una porzione di manzo, kefir.

Uscita dalla modalità dieta

La dieta rigorosa della dieta giapponese è difficile da sopportare. La ricompensa sarà un ottimo risultato. Tuttavia, non puoi balzare sul cibo. È molto importante uscire correttamente dal regime per non danneggiare il corpo e non guadagnare i chili persi.

Certo, vuoi davvero coccolarti, ma i pasticcini e le torte non sono un'opzione. La regola di base di qualsiasi dieta: quanto tempo dedichi a una dieta dura, lo stesso tempo che ti serve per uscire dal regime. Ciò significa che puoi iniziare la tua dieta normale in due settimane. Le regole di base sono le seguenti:

  • aggiungere giornalmente al menù non più di uno o due prodotti, dando la preferenza a cereali, verdura e frutta;
  • aderire ai principi di una dieta equilibrata, fornendo all'organismo proteine, carboidrati e grassi;
  • passare a cinque pasti frazionari al giorno (porzione non superiore a 250-300 grammi);
  • non interrompere il regime idrico, bevendo un litro e mezzo di acqua potabile al giorno senza gas;
  • osservare dapprima i principi della nutrizione separata, evitando cibi raffinati;
  • Elimina la voglia di dolci con frutta secca, una fetta di cioccolato fondente e frutta dolce.

Gli alti risultati della dieta giapponese provocano una grande tentazione di continuare a perdere peso secondo questo sistema. Tuttavia, la rigorosa dieta a basso contenuto di carboidrati può essere ripetuta non prima di sei mesi dopo la fine del ciclo. Il corpo deve riprendersi completamente, altrimenti, invece di una silhouette snella, puoi guadagnare disturbi metabolici e danneggiare seriamente la tua salute.